fbpx

San Valentino

La Festa degli innamorati, il 14 febbraio, San Valentino… chiamate come volete questa ricorrenza. Scalda sempre il cuore ricordare anche solo per un attimo che accanto ad ognuno di noi c’è sempre un amore, di qualsiasi tipo esso sia… è comunque, sempre, la vera essenza della vita, il motivo che ci strappa un sorriso o una lacrima. Questa festa che oggi è considerata una operazione commerciale ha una storia vecchia come il mondo e delle radici profonde ed importanti.   Tra i fiori di San Valentino le ROSE non possono mancare, ma quante se ne devono regalare per dimostrare il proprio amore? I numeri non sono mai stati così importanti.

10? 20? 30? Quante rose regalare a San Valentino per non fare terribili gaffe in grado di ripercuotersi sulla vostra storia d’amore come il peggior tornado di sempre?
Prima di tutto un dettaglio fondamentale: rosso non significa sempre passione, anzi, nella sua variante più scura indica amore materno, gratitudine , fate quindi attenzione alla scelta della tonalità! Una volta scelto con attenzione il colore che più si addice alla vostra storia d’amore è tempo di darle un numero.

Se si tratta di amore a prima vista una rosa è perfetta, se pensate che questa storia possa durare per sempre il numero che fa per voi è il nove. Dieci rose indicano la perfezione, undici dicono “sei il mio unico tesoro”, dodici sono una supplica di non essere abbandonati, tredici indicano una folle passione segreta. Quindici rose sono un buon modo per chiedere scusa per i propri errori, venti indicano un amore sincero, trentatrè parlano di un profondo e inestimabile amore, mentre 100 indicano la più totale devozione.